Home  
venerdì 09 dicembre 2022
Firma il Guestbook
Benvenuti
benvenuti2 bienvenue2 welcome2 willkommen2 bienvenidos2
 
Youtube: Nuovo video sul canale di Carmine F. Petrungaro. "Tra Campana e Scala Coeli", documentario | storia. Buona visione
 
Menu principale
Home
L'Autore del Portale
Lo Staff Campanaelefante
Collabora anche tu
Contattaci
Guestbook
Avvisi agli utenti
Collegamenti web
Fotogallery
Videogallery
Cerca
Download
Utenti Online
Abbiamo 1 visitatore online

Random Fotogallery

Incavallicata - L'elefante di Campana

Centro Storico

Campanesi

Campanesi

Campanesi

Foto varie

Foto varie

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campana e il Territorio di Oggi

Campanesi

Foto varie

Foto varie

Foto varie
Area Informativa
Comune di Campana (CS)
Asmenetcalabria
 
Fiera della Ronza
Articoli più recenti
Ultimi commenti
La Campana d'Oro
premio_campana_doro
Premio Web Master
premio_webmaster_campanaelefante
Archivio Articoli
archivio
Giornali del Sud
giornalidelsud 
Tg3 Calabria
telegiornale
Advertisement
Giugno, il Mese della Trebbiatura - Video - Tempi che furono E-mail
Scritto da Carmine F. Petrungaro   
 Giugno, il Mese della Trebbiatura
Video - Tempi che furono - Cari amici, nel segno della raccolta di testimonianze della Civiltà Contadina ed Artigianale di Campana, abbiamo pubblicato nel marzo 2008 questo articolo con video, collocato nella sezione "Civiltà Contadina ed Artigianale di Campana", nella rubrica "Tradizioni". Trattasi di un filmato sulla civiltà contadina ed artigianale di Campana, incentrato sulla trebbiatura tradizionale, fatta alla vecchia maniera. Sentiti ringraziamenti a Vincenzo Tucci, membro del team di Campanaelefante.com, che ha fornito le bellissime foto degli anni settanta e ottanta e sentiti ringraziamenti agli amici di Calabria Logos per la colonna sonora, “A furmica e la Cicala”, brano di E. Gagliardi e C. Grillo, tratto dall’Album “Seculu Brigante”



La Trebbiatura

 Oltre alla pastorizia, l'agricoltura ha costituito, nei secoli, la principale fonte di sostentamento per la popolazione campanese. Tutta la terra, fino all'ultima zolla, veniva utilizzata perché potesse produrre quanto era utile al proprio bisogno: grano, fieno, ortaggi, legumi, frutta, legna, ecc… I braccianti .prestavano le loro opere nei periodi della raccolta e della semina. Alle tre di mattina la campana della Chiesa Matrice e della torre dell’orologio suonava "u campanaru" svegliando i contadini che dovevano recarsi molto presto al lavoro nei campi…Un’esperienza questa, che io ho vissuto da fanciullo, seguendo mio nonno sul sentiero bizantino, alla “Jumara” (fiumara) e  in altre aree, come “all’aria” (zona della trebbiatura nei pressi del cimitero) e alla “Serra eh dh’Aciru” (Sierra dell’Acero). Molti di essi, passando davanti alla Chiesa Matrice, s'incamminavano per il sentiero bizantino, che conduce al canyon di Campana e giungevano alle loro destinazioni “jamu alla cota” all'alba, prima dello spuntar del sole. Legavano gli asini e le giumente ad un albero, affilavano le falci e dopo aver infilato i salvadita rudimentali, ricavati da pezzi di canna, iniziavano la mietitura del grano. In Italia sin dall’epoca romana si sono utilizzati falcetti con lame più strette, più o meno ricurve, tipologia che è rimasta in uso per secoli. Solo nell’ottocento è stato introdotto in Italia l’uso della falce grande, già utilizzata da tempo in altri paesi europei. Nella seconda metà del secolo scorso è iniziata la meccanizzazione della mietitura e della trebbiatura, che a Campana erano fino agli anni ottanta un’operazione effettuata ancora manualmente. In anni recenti sono entrate in funzione grandi macchine agricole motorizzate e molto versatili, in grado di compiere le operazioni di mietitura e di trebbiatura. La trebbiatura, che era la vera apoteosi d’estate a Campana, diciamo fatta alla maniera antica, avveniva di solito nei pressi del cimitero, nell’area chiamata dai Campanesi “aria”, dove il grano veniva riunito in covoni. La trebbiatura avveniva utilizzando il tribolo o una rete metallica con sopra delle grosse pietre legate con lacci e catene. Questa rete veniva trascinata da una coppia di muli, asini o di cavalli sui mannelli di cereali, che in questo modo ne frantumava le spighe e liberava il chicchi di grano. Come vedrete nel filmato, i chicchi venivano successivamente ventilati e cerniti per separarli dalla paglia e da altre impurità. Per questo lavoro era importante aver un buon vento, una  buona tempra e resistenza fisica e degli attrezzi efficaci (questi ultimi non sono mai mancati ai Campanesi). Gli attrezzi agricoli utilizzati erano semplici e rudimentali, ma allo stesso tempo adatti: aratri in legno, zappe, falci, forche… Ma come avveniva la trebbiatura? Se c’erano le condizioni basilari suddette, si passava a “sbattire u ranu” (“battere”) che è un’espressione usata comunemente  per indicare diversi modi di trebbiare il frumento, anche se in origine indicava il più antico dei metodi manuali impiegati per separare i chicchi dalla spiga. Il frumento, steso sull’aia, era battuto con il bastone (detto pertica o bastunu). Tale metodo, più adatto per la trebbiatura di piccole quantità di frumento. Per grandi quantità di grano, già dall’antichità l’uomo si è aiutato con sistemi di trebbiatura diversi da quelli manuali. Come già accennato, i più comuni erano la trebbiatura con animali (sui covoni ammucchiati sull’aia venivano fatti girare degli asini o cavalli, i cui zoccoli, calpestando le spighe per far uscire i chicchi. La trebbiatura con le pietre (una singola pietra piatta di grandi dimensioni oppure più pietre su una rete, venivano trascinate da animali sopra il frumento). Come già accennato sopra, a Campana, a partire dagli anni sessanta fino agli anni ottanta del secolo scorso, questi metodi antichi, ma di un certo fascino, furono gradualmente sostituiti dall’impiego della trebbiatrice, detta comunemente macchina per la trebbiatura. Dopo la trebbiatura, ci si dissetava con dei bicchieri di buon vino nostrano. Le donne invece passarono "allu rastucciu", che era il primo passo per preparare il materiale necessario per costruire dei cesti tradizionali…ma questa è un’altra storia...

 
trebbiatura_2


Sentiti ringraziamenti a Vincenzo Tucci, membro del team di Campanaelefante.com, che ha fornito le bellissime foto degli anni settanta e ottanta e sentiti ringraziamenti agli amici di Calabria Logos per la colonna sonora, “A furmica e la Cicala”, brano di E. Gagliardi e C. Grillo, tratto dall’Album “Seculu Brigante”

Carmine F. Petrungaro 

Campanaelefante.com


Se ti e piaciuto, commenta questo articolo nel riquadro sottostante 

Commenti
Nuovo Cerca
pasquale  - bellissssimo...!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!   |2008-05-30 01:42:57
Molto commovente... Faccio y complimente per questo vero regalo ai "
campanisi " che ci hanno fatto : Carmine, sei un grande ; per mio cugino
Vincenzo Tucci e per i Calabria Logos con quell bellissimo brano... GRAZIE A
TUTTI...
Francesco Cornicelli  - Cose belle ed uniche che ci regali   |2008-05-30 18:06:54
Caro Carmine,
ho visto il filmato che hai fatto.
E' molto bello, e nel vederlo
mi sono
commosso. Mi sono venuti in mente i
momenti belli della mia
infanzia,
il ricordo dei miei carissimi/e nonni/e.

Grazie per queste cose

belle ed uniche che ci regali.

Tantissimi saluti da
Francesco
Cornicelli
guagliunu  - TEMPI CHE FURONO   |2015-04-18 19:33:37
Carmine, ti faccio i miei più calorosi complimenti per il video,hai fatto un
lavoro eccezionale, trasmettendo alle nuove generazioni, vecchie tradizione che
oggi sono quasi scomparse, mantenento cosi vivo il ricordo dei nostri antenati.
Mi hai riportato indietro nel tempo ed ho trascorso questo breve momento, come
se fossi ancora li, nella stessa aria ad immortalare di nuovo queste
straordinarie lavaratrici e lavoratori dei vecchi tempi.Credo che il mio
sentimento non è soltando nostalgia, ma è soprattutto il grande amore che
provo ancora per il mio paese. CARMINE, continua con assiduità ad informare la
gente con altri srtodinari servizi, c'è ancora molta strada da percorrere.
Auguroni sinceri e buon lavoro. Vincenzo Tucci
Francisco Tridico  - Avanti io ti accompagno   |2008-06-02 12:42:59
Grande Carmine e tutti i tuoi colloboratori per questo bel ricordo, avanti io ti
accompagno, qui lontano hai trovato un amico: un grandissimo
abbraccio

Francesco Tridico (Argentina)
Carlo Grillo   |2015-04-18 19:31:02
Caro Carmine,
non credo di esagerare dicendoti che questo è (forse) il più
bel Video che hai fatto. Mi ricorda un pò i Video che faccio io. Non
fraintendermi... non lo dico per spavalderia. Io quando posso cerco di abbinare
le immagini alle parole della canzone. E' quello che hai fatto tu. Qualcuno non
se ne sarà accorto... ma a me queste cose non sfuggono. Per es. alla parola
"grano" si vede l'immagine del grano. Ma questo è niente! Anche nelle
azioni dinamiche c'è una parola del testo che la commenta.
Per es. "supr'a
gruppa 'u pisu facia male" ...e c'è l'asinello con suo carico pesante.
Altro es. "assai sudava ppe mangiari" ...e si inquadra un bel pane con
il companatico intorno... Bhè ...bravo davvero ...ti lascio i soliti
complimenti. Questa volta ancora più carichi. Un'ultima cosa: è proprio vero
che la qualità premia. E speriamo che presto verranno le giuste gratificazioni
che meri...
Romeo   |2010-05-04 19:16:17
Scusami Carlo, ma credo di averti inviato un messaggio per sbaglio
volevo
postarlo sul sito
Ciao comunque
Romeo   |2015-04-18 18:48:57
Bravo Petrungaro, mi hai fatto ritornare piccolo.
Bei ricordi l'infanzia
trascorsa a Campana.
La canzone è veramente azzeccata e si amalgama bene al
contesto.
Complimenti
Un saluto da Bolzano
Carlo Grillo  - Sempre emozionante   |2015-04-18 18:48:26
Carissimo Amico Carmine ... rivedere questo Video è sempre emozionante (come da
titolo) ... Ti AUGURO altre Cento di queste Produzioni ... (Facciamo Mille
?)

Saluti

Carlo
Commenta
Nome:
Email:
 
Titolo:
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.25 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Prec.   Pros. >
Fuso Orario
I giorni in campanese
Venerdì - Venniri
Alba e Tramonto
08:1613:0017:44
Comune di Campana (CS)
L'Elefante di Campana
campanaelefante
Storia di Campana
storia_di_campana
Vocabolario Campanese
vocabolario_campanese
Arte & Cultura Campanese
Didattica
didattica
La Banda Musicale
banda_musicale_2
Libri
libri
Amici
lucianobovinaphotographer
luoghi_misteriosi
calabrialogos
giuseppe_lerose
arangara_
salviamocampanaonlus
Pubblicità
lagardenia
conad_campana